Un futuro per Sambwa
Print Friendly, PDF & Email

Un futuro per Sambwa

RD Congo / Ambiente e sviluppo

Sambwa è un piccolo villaggio situato a circa 30 km da Lubumbashi, seconda città della Repubblica Democratica del Congo. Fa parte del territorio di Kipushi ed è un cosiddetto “villaggio pilota”, vale a dire un centro di riferimento per i piccoli villaggi limitrofi. È presente una scuola e un piccolo dispensario per le urgenze. Il basso tasso di alfabetizzazione e l’elevata disoccupazione non permettono una vita dignitosa alla popolazione. L’accesso all’acqua potabile è garantito solo da pozzi artesiani, non esiste un vero sistema idrico e gli unici collegamenti con la città avvengono tramite una strada di terra battuta. Nel villaggio non vi è ancora una rete elettrica: candele e lampade a petrolio sono gli unici mezzi che gli abitanti dispongono per illuminare le proprie abitazioni. In questi contesti sono fondamentali azioni volte a promuovere tecnologie che utilizzino al meglio fonti energetiche rinnovabili.

In collaborazione con le suore Agostiniane, Aleimar ha contribuito alla costruzione ed arredamento di un internato per ragazze. Inoltre, con l’avvio del progetto Energia per Sambwa” è stato installato un impianto fotovoltaico che ha reso possibile un miglior svolgimento delle attività quotidiane e migliorato le condizioni di vita della popolazione locale. L’accesso all’energia ha potenziato, inoltre, la fornitura di acqua potabile dal pozzo esterno alla struttura, abbattendo così le tempistiche richieste per l’approvvigionamento da parte delle famiglie. L’impianto di elevata potenza, è in grado di assicurare la fornitura di energia e di ulteriori servizi sia al centro sia all’intera comunità di Sambwa a basso costo. L’impianto contribuisce anche alla riduzione del disboscamento arboreo per la produzione di carbone, attualmente unica fonte di energia disponibile.

Obiettivo del progetto
  • Garantire alle studentesse l’energia elettrica necessaria per lo svolgimento delle attività quotidiane (cucina, bagno, e approvvigionamento acqua);
  • Migliorare la qualità e l’organizzazione della frequenza professionale in particolare per ciò che concerne le attività di studio del doposcuola;
  • Potenziare il servizio di fornitura di acqua potabile del pozzo esterno riducendo i tempi di erogazione dei prelievi da parte della popolazione locale;
  • Migliorare e rafforzare le condizioni minime di vita della popolazione locale contribuendo allo sviluppo economico.
Beneficiari del progetto
  • I beneficiari diretti dell’impianto sono le 20 studentesse e il personale addetto alla sicurezza dell’internato;
  • Beneficerà di quest’impianto anche la comunità locale che avrà accesso all’acqua del pozzo interno attraverso dei rubinetti posti al di fuori del muro di cinta.
Cosa puoi fare tu
  • €50: puoi fornire un pasto quotidiano ad una ragazza del centro per un mese;
  • €100: puoi sostenere i lavori di manodopera di due operai per un mese;
  • €200: puoi contribuire all’acquisto di un modulo fotovoltaico da 250 Wp.