Emergenza Coronavirus in Eritrea
Print Friendly, PDF & Email

Emergenza Coronavirus in Eritrea

Eritrea

E’ passato un anno dal mio primo viaggio in Eritrea, da quell’esperienza davvero unica che mi ha fatto incontrare i sorrisi innocenti e gli sguardi curiosi dei tantissimi bambini che frequentano le scuole e i centri seguiti dalle nostre referenti locali, le suore Figlie di S.Anna. L’Eritrea è un paese povero, che continua a soffrire gli anni di guerra e carestie, ma, nonostante questo ciò che colpisce di più di questo popolo è la voglia di vivere, la speranza, la ricerca continua di libertà. Quella libertà che noi spesso diamo per scontato, ma che proprio questa drammatica emergenza ci ha fatto riscoprire, ricordandoci quanto sia bello potersi anche solo prendere per mano.
L’arrivo del covid-19 non ha fatto altro che peggiorare la situazione molto difficile di questo paese: con la nazionalizzazione di molte strutture gestite dalla chiesa cattolica, alcuni dispensari e cliniche sanitarie sono state momentaneamente chiuse in attesa dell’arrivo di personale sanitario statale. Alcuni di questi presidi sanitari si trovano in aree remote, luoghi dove è davvero difficile, se non impossibile, trovare altri centri medici e dove l’intervento delle suore faceva davvero la differenza per centinaia di bambini. Quest’ultimi, privi di un’adeguata assistenza e misure di protezione, sono quindi ancora più a rischio di fronte ad un nemico invisibile che ha già colpito migliaia di persone e che farebbe una vera e propria strage se si dovesse diffondere nei villaggi rurali e più poveri del paese.

Bastano 10 euro per assicurare mascherine, acqua e sapone ad due bambino per un mese!

Il lockdown ha bloccato tutto: scuole, attività produttive, spostamenti e mercati si sono fermati, aggravando la condizione di molte famiglie che si sono ritrovate senza quella opportunità, già precaria, di guadagnare qualcosa per assicurare almeno un pasto ai propri figli.
Non possiamo farci trovare impreparati alla riapertura delle scuole ed è per questo che, insieme alle suore Figlie di S.Anna, ci stiamo attivando per assicurare a tutti i 3100 bimbi che frequentano i nostri complessi scolastici la possibilità di tornare in classe in piena sicurezza. Servono mascherine, autobotti, sapone, alcool e termometri per prevenire la trasmissione del virus! Il referente locale sta inoltre formando gli insegnanti sulle corrette procedure e misure di controllo da adottare e sta organizzando incontri di sensibilizzazione ai genitori per la salute e corretta igiene dei propri bambini.
L’emergenza ha colpito tutti noi, ma da subito la solidarietà di tutto il mondo è stata fondamentale e ha permesso ai medici di salvare molte vite. Dobbiamo continuare a rimanere uniti, perché solo così riusciremo a proteggere ancora una volta chi è più vulnerabile. Ora più che mai ho bisogno del tuo aiuto!

  • Con 10 euro assicuri mascherine, acqua e disinfettanti due bambini per un mese
  • Con 50 euro assicuri mascherine, acqua e disinfettanti a 10 bambini per un mese
  • Con 100 euro assicuri mascherine, acqua e disinfettanti a 20 bambini per un mese

L’epidemia di Covid-19 ha dimostrato come tutti noi siamo legati da uno stesso destino, e di come ogni persona sia fragile nella sua dimensione umana. I bambini sono per noi di Aleimar le prime persone da proteggere!
Aiutami a proteggere tutti i nostri bambini! NON lasciamo nessuno indietro!

Grazie di cuore
Ilaria Ventura, Responsabile Paese Eritrea

Sostieni questo progetto!








Quanto vuoi donare?

Vuoi che la tua donazione sia periodica?

In che modo preferisci pagare?

versamento RID:

Codice IBAN
Intestatario del Conto

versamento bancario:
Banca Prossima (Gruppo Intesa SanPaolo)

IBAN: IT25 Q030 6909 6061 0000 0100 565

BCC Milano
IBAN: IT18N0845333402000000050023

bollettino postale:
c/c Postale n° 29095205 intestato a Gruppo Aleimar onlus

 

Tutte le donazioni sono deducibili dalla dichiarazione dei redditi (legge 80 del 14/5/05)

Confermo il mio libero, consapevole, informato e specifico consenso al trattamento, anche con strumenti informatici e/o telematici, dei dati personali ai fini del punto c) sopra elencato (tenervi informati sulle nostre attività e proporvi nuove iniziative)
sino

Ai fini del punto d) sopra elencato (elaborazione dei dati personali, anche in modo automatizzato, al fine dell’invio mirato di proposte di nuove iniziative)
sino