Print Friendly, PDF & Email

 

22/04/2022

Siamo felici di annunciarvi che abbiamo finalmente raggiunto il nostro obiettivo di raccolta di 5 MILA EURO!!

I primi aiuti umanitari sono già stati inviati e con il nostro contributo Fondazione Don Gnocchi potrà rispondere ai nuovi bisogni del Centro per far fronte allo stato di emergenza.  

Ringraziamo di cuore coloro che hanno deciso di sostenere la nostra raccolta fondi contribuendo così a salvare la vita a numerose donne e bambini che scappano dalla guerra. Con la speranza che la pace torni a regnare presto, vi ringraziamo ancora una volta per restare sempre fedeli al nostro fianco per i bambini del mondo. 

_________________________________________________________________________________________

01/04/2022

Nuovi arrivi hanno interessato la Casa della Misericordia: sono attualmente 166 le persone ospitate in fuga dalla guerra, di cui 55 bambini. I bisogni del Centro sono in crescita, così come la preoccupazione per i bombardamenti sempre più vicini. Le sirene suonano ormai giorno e notte e il rumore delle esplosioni è sempre più vicino. 

Con il vostro sostegno abbiamo raccolto ad oggi 2.652 euro a fronte del nostro obiettivo di 5 MILA EURO

Aiutateci a sostenere il Centro e salveremo insieme numerose vite! 

_________________________________________________________________________________________

25/03/22

La guerra in Ucraina continua e la situazione è sempre più critica nella Casa della Misericordia. Stabilire delle comunicazioni è sempre più difficile e si teme l’avvicinarsi dei bombardamenti all’area di progetto. 

Nuovi sfollati sono arrivati, soprattutto donne incinte e bambini orfani. 

Grazie al vostro sostegno abbiamo già raggiunto 1.200 euro, ma il cammino è ancora lungo per arrivare al nostro obiettivo di raccolta di 5 MILA EURO

________________________________________________________________________________________

14/03/2022

La notte tra il 23 e il 24 Febbraio è iniziata la guerra in Ucraina. Secondo gli ultimi dati riportati dall’ONU, si contano dall’inizio del conflitto circa 3.039 vittime civili e 1.179 morti. Questi sono i numeri ufficiali, ma nella realtà dei fatti si teme che la guerra abbia fatto molte più vittime di quelle dichiarate. Un alto numero di decessi interessa la parte di popolazione più fragile: i bambini. UNICEF ha dichiarato che in Ucraina “ogni secondo che passa un bambino diventa un rifugiato”. In questo scenario così drammatico abbiamo deciso di agire per sostenere coloro che scappano dalla guerra e donare una speranza di vita.

Con la raccolta fondi “Oltre il confine”, in collaborazione con Fondazione Don Gnocchi, sosteniamo la Casa della Misericordia, centro di accoglienza per minori con disabilità. Fondazione Don Gnocchi collabora dal 2018 per sostenere l’operato della Casa della Misericordia, dove, in situazione di normalità, oltre sessanta bambini con gravi disabilità e situazioni di emarginazione sociale alle spalle sono ospitati e seguiti da uno staff di specialistici. La guerra ha reso necessaria l’evacuazione di tutti i bambini che vivevano nel centro, prontamente trasferiti tra Polonia e Italia, in quanto soggetti altamente fragili e con bisogni specifici. Da allora, nella Casa della Misericordia centinaia di bambini orfani, donne incinte, anziani e feriti che necessitano di cure immediate hanno trovato un rifugio sicuro dalle bombe. 

Gli ultimi aggiornamenti ricevuti da Fondazione Don Gnocchi sono al dir poco allarmanti: gli aerei sorvolano sempre di più la zona di progetto e le sirene suonano senza sosta. Nuovi arrivati, soprattutto bambini orfani, bussano alle porte della Casa in cerca di protezione e le comunicazioni diventano sempre più difficili in quanto si teme siano controllate. La Presidente del Centro, Tetyana, ha rinnovato il suo appello: servono urgentemente farmaci e kit di primo soccorso per curare i nuovi feriti accolti.

L’obiettivo di raccolta che ci siamo prefissati è di 5 MILA EURO. Attualmente, grazie alle generose donazioni di tutti i sostenitori abbiamo raccolto 2.652 euro.

Il cammino è ancora lungo per il nostro obiettivo finale, ma contiamo sulla solidarietà dei nostri sostenitori per raggiungerlo quanto prima possibile. Ogni secondo che passa, una vita in Ucraina è in pericolo e noi non possiamo stare fermi a guardare! 

Scopri come salvare numerose vite