Viaggio Solidale Malawi: primi incontri per i nostri volontari!
Print Friendly, PDF & Email

Comincia l’esperienza di Viaggio Solidale per i nostri amici Marco, Miriam, Andrea e Davide!

Abbiamo chiesto a Marco di raccontarci come sono stati i primi giorni in Malawi ed ecco cosa ci ha raccontato:

 

“Dopo un lungo viaggio finalmente siamo arrivati in Malawi! La stanchezza si è fatta sentire ma eravamo troppo impazienti di cominciare il nostro giro di visite e incontrare i bambini. Per questo come prima cosa abbiamo fatto visita ai progetti del centro St. Jhon gestito da padre Joseph Kimu. Qui abbiamo visitato le scuole, dall’Infanzia alla primaria, passando per il convitto femminile. I bambini ci hanno accolti tutti insieme con grande entusiasmo al grido “asungu” che vuol dire “bianco”. Abbiamo passato tutta la mattinata con loro, ci hanno presentato le loro maestre, ci hanno fatto vedere le loro classi ed erano al settimo cielo quando abbiamo cominciato a distribuire gli zainetti e il materiale scolastico che Aleimar ci ha affidato per loro.

Nel pomeriggio, invece, abbiamo visitato le vasche dove si trovano i pesci d’allevamento. 20mila pesci che in parte servono come riserva di cibo per il centro, ma vengono anche venduti per aiutare a coprire le spese delle strutture… Sempre nel pomeriggio visita alla stazione locale di Radio Maria.

 

Nel secondo giorno l’infermiera Eda ci ha accompagnato al villaggio di Mangiawila dove una fila di mamme aspettava gli screening sulla malnutrizione. Circa una quarantina di donne con uno o più figli portavano i loro bambini al monitoraggio della crescita, che consiste nel prendere la circonferenza del braccio, il peso e la statura. Quindi sono state distribuite razioni di farina speciale consegnate al centro nutrizionale tramite il World Food Program dell’Unicef. Anche qui l’accoglienza è stata incredibile. Appena arrivati, infatti, le donne hanno cominciato a cantare e ballare e anche noi ci siamo lasciati coinvolgere dal loro entusiasmo.

 

Nel pomeriggio saremmo dovuti andare a Mangochi, ma la macchina serviva al centro per raggiungere il mercato più vicino e comprare il cibo per il convitto. Così siamo rimasti all’interno della struttura e abbiamo passato un bellissimo pomeriggio pieno di allegria e risate giocando insieme ai bambini.”

Vogliamo ringraziare i nostri quattro amici per aver scelto di fare questa esperienza insieme a noi e aspettiamo nuovi aggiornamenti!

Se vuoi sapere di più sui nostri viaggi solidali visita la nostra pagina dedicata!