Palestina: Facciamo davvero la differenza!
Print Friendly, PDF & Email

Facciamo davvero la differenza! Può sembrare solamente un modo di dire, ma vi assicuro che ogni volta che vado a Betlemme mi rendo conto di come sia invece la realtà: facciamo, anzi, FATE, la differenza!

Eccovi alcuni semplici esempi.

Grazie ad un sostenitore storico di Aleimar siamo stati in grado di acquistare gli strumenti necessari ad allestire una seconda aula sensoriale alla Creche: questo significa che da Ottobre il numero di bambini orfani che beneficerà degli stimoli sensoriali potrà raddoppiare!

Ancora: la raccolta fondi ci ha permesso di regalare alla scuola per bambini sordi di Effetà la strumentazione tecnologica necessaria per fornire ad un’altra classe computer, software, proiettore e lavagna necessari per usufruire delle metodologie didattiche specializzate per loro.

Poi abbiamo avuto la possibilità di contribuire alla gita scolastica dei ragazzi disabili della scuola Holy Child Program: questo appuntamento per loro ha una valenza didattica ma soprattutto di vita che noi non riusciamo nemmeno ad immaginare.

Infine, non dobbiamo mai dimenticare che attraverso i Sostegni a Distanza aiutate ogni anno ben 50 tra bambini e ragazzi ad ottenere risultati scolastici e assistenza in campo medico che altrimenti non avrebbero nessuna possibilità di raggiungere!

Tutto ciò è testimoniato in maniera incredibile dai volti e dalle espressioni dei nuovi amici che ogni anno decidono di accompagnarmi per visitare la Terra Santa ed i nostri progetti per la prima volta: non è infatti un caso che al rientro tutti si sentano molto più coinvolti e partecipi nella missione di Aleimar …..

Ecco allora che la goccia che ognuno di voi porta contribuisce davvero a riempire un mare!

Non dobbiamo mai lasciarci scoraggiare o pensare che i nostri sforzi siano inutili: i sorrisi sui volti di bambini e genitori, i “shukran” (grazie) che mi vengono ripetuti innumerevoli volte, i disegni ed i semplici doni che ognuno mi regala, stanno a significare proprio questo: tu (VOI) per me sei importante, hai fatto la differenza, mi hai permesso ciò che non immaginavo nemmeno di poter sognare.

Voi lo sapete: io sono solo un ambasciatore, anzi un postino. Tutto ciò che ascolto e racconto, che consegno e ricevo, è per VOI e da VOI.

Tocca a me allora ringraziarvi ed invitarvi a continuare: diventate anche voi ambasciatori, raccontate l’emozione sempre nuova che provate quando ricevete le notizie e le fotografie del bambino che sostenete, testimoniate l’importanza di ogni piccolo sostegno e gridate a tutti che davvero ognuno è in grado di “fare la differenza”!