Italia: Colori e sapori, il gusto del volontariato
Print Friendly, PDF & Email

I primi moduli dei laboratori Aleimar di cucina, sartoria e falegnameria hanno riscosso un notevole successo. I cittadini di Melzo hanno risposto positivamente all’iniziativa tanto che abbiamo raggiunto in poco tempo il massimo degli iscritti. Sarti e falegnami si sono sperimentati nella creazione di oggetti in legno e stoffa che sono poi stati venduti in alcuni banchetti natalizi; mentre i futuri chef si sono confrontati con la preparazione di un catering per un evento organizzato dalla scuola primaria di Melzo.

 

 

 

 

 

 

Parte integrante dei corsi è anche dedicata all’educazione alla cittadinanza globale, per questo nel mese dicembre, un educatore dell’associazione Guardavanti ha tenuto un incontro nel laboratorio di sartoria, sul tema della sostenibilità ambientale e sociale nella produzione tessile. Tutti i partecipanti erano entusiasti e hanno partecipato attivamente all’incontro, dando vita ad un importante momento di confronto.
Al termine del primo ciclo di moduli, poco prima delle vacanze di Natale, sono stati consegnati gli attestati di frequenza: è stato un momento di condivisione in cui è emerso come i laboratori siano stati anche un’occasione per stringere nuove amicizie.
Per quanto riguarda l’attività nelle scuole, è stato creato un gruppo di peer education, formato da alcuni ragazzi ed due educatori, che si sono confrontati sul tema del volontariato. Gli studenti che hanno partecipato agli incontri di peer, hanno poi riportato la loro esperienza in classe, anche attraverso un logo e un video, da loro appositamente creato.
I corsi sono poi ripresi dopo le feste natalizie, dal momento che la risposta della comunità melzese è stata più che positiva. Inoltre, i partecipanti che hanno già terminato i laboratori di sartoria e falegnameria sono stati così entusiasti che hanno chiesto di proseguire in autogestione in un altro giorno della settimana.