Un giovane medico tra piccoli bimbi
Print Friendly, PDF & Email

Grazie ad Aleimar e in collaborazione con il progetto “Fondo cooperazione e conoscenza” dell’Università di Pavia ho avuto la possibilità di svolgere uno stage di medicina post-laurea presso alcuni ospedali africani in Benin, affiancando personale medico locale nei reparti di pediatria e medicina generale.

La prima parte della mia esperienza si è svolta in un piccolo villaggio di 6000 abitanti, a Sokpontà, presso l’ospedale dell’associazione Onlus L’abbraccio, con cui Aleimar collabora. Ho anche svolto attività di ambulatorio presso il dispensario medico del villaggio Aleimar di Kpossegan.

Dalla piccola e intima realtà africana, mi sono catapultato nella seconda parte del mio viaggio nella frenetica Tanguietà, nel nord del Benin, dove ho avuto l’onore di conoscere Fra Fiorenzo Priuli, frate del Fatebenefratelli e medico, che da anni risiede in Benin dedicando la sua vita all’ospedale Saint Jean de Dieu, considerato l’ospedale più all’avanguardia di tutto il territorio beninese.

Grazie alla preziosa presenza di altri volontari in Benin (Francesca Moratti, Guido Conte, Daniela Ollari, Antonella Graziati) ho conosciuto altre realtà extra-ospedaliere, tra cui l’orfanotrofio “Les Saint Innocents” (in cui ho svolto attività ambulatoriale) e le scuole “Les Petits Anges” e “Père Huchet” nella quali ho impartito una piccola lezione di cardiologia con Chiara Pasian, carismatica volontaria Aleimar che da venticinque anni impegna tutta la sua energia nell’istruzione e nella crescita dei bimbi della cittadina di Natitingou.

Colgo l’occasione per ringraziare Aleimar e in particolare Francesca Moratti per tutto l’impegno dimostratomi nella realizzazione di questa fantastica esperienza professionale e umana.

Marco Meazza Prina