Una mano per tutti
Print Friendly, PDF & Email

Una mano per tutti

India / Salute e nutrizione - Istruzione e formazione - Promozione della donna

Nelle zone rurali, dislocate intorno alle principali città della regione, la maggior parte delle famiglie vive in villaggi poverissimi, privi di assistenza medica e scarse condizioni igieniche. La mancanza di servizi e di collegamenti con le città limitrofe porta all’emarginazione sociale, al proliferare di malattie, e disincentiva l’attenzione per l’educazione dei bambini. La prassi della dote, unita al fenomeno dei matrimoni precoci, continuano a rappresentare problemi molto seri e attuali. Le conseguenze più gravi si ripercuotono soprattutto sulle condizioni economiche della famiglia della sposa e sull’incremento dell’infanticidio di neonate femmine. Grazie al progetto Una mano per tuttiAleimar sostiene l’associazione MTSSO di Nagercoil, nello Stato del Tamil Nadu, composta da professionisti che si auto-tassano per finanziare progetti destinati alle fasce più svantaggiate della società indiana, in particolar modo donne e bambini.

Il nostro referente locale, John Upalt, un insegnante che vive in uno dei quartieri periferici di Nagercoil, supervisiona e coordina il progetto. Periodicamente si reca in visita presso le famiglie dei villaggi inserite nel programma di aiuti e verifica la situazione generale di ognuna di loro. In India la scuola è obbligatoria dai 6 ai 14 anni e indicativamente inizia a giugno e finisce ad aprile. Per frequentare la scuola ogni studente deve pagare una retta, il materiale scolastico e la divisa per un costo variabile da 25 a 45 euro all’anno (per la scuola pubblica). La difficoltà maggiore dei bambini, una volta tornati a casa dopo le lezioni quotidiane, è quella di svolgere i compiti e ripassare le lezioni: molti di loro, infatti, vivono in un solo locale e non ricevono un adeguato supporto allo studio da parte dei genitori, nella maggior parte dei casi analfabeti.

Il progetto Una mano per tutti” prevede diverse iniziative:

  • Il Servizio doposcuola per garantire assistenza alle famiglie indigenti ed il sostegno scolastico e un aiuto valido e concreto per l’apprendimento dei ragazzi grazie all’ausilio di insegnanti preparate. Il progetto Doposcuolanasce in collaborazione con l’organizzazione locale Mother Theresa Social Service Organization (MTSSO) e si sviluppa all’interno della baraccopoli di Parkkingal, situata nel villaggio Vadiveeswaram nel sud dell’India, a pochi chilometri dalle zone devastate dallo tsunami del 2004, dove vivono circa 5.000 persone.
  • ll dispensario medico tramite il quale viene garantito il finanziamento di cure mediche o visite specialistiche per la prevenzione e la cura della malnutrizione
  • Il progetto “I fili della speranza”per promuovere l’organizzazione di corsi di taglio, cucito e di informatica rivolti a giovani donne che, attraverso il conseguimento di un diploma al termine del percorso formativo, intendono accedere ad un programma di microcredito per l’avviamento di attività lavorative o assunzioni presso uffici.

Il progetto si sviluppa a Nagercoil nello stato del Tamil Nadu, nell’estremo sud dell’India. Qui, come nella maggior parte dei villaggi rurali della zona, la donna è considerata di secondaria importanza rispetto all’uomo, ed una volta sposate devono provvedere alla cura della famiglia e dello sposo abbandonando la scuola. Il progetto è gestito in collaborazione con l’organizzazione locale Mother Theresa Social Service Organization (MTSSO) costituita da professionisti (insegnanti, commercianti, medici, ecc.) che si autotassano per finanziare progetti destinati alle fasce più svantaggiate della società indiana, in particolar modo a donne e bambini.

Obiettivo del progetto
  • Promuovere e diffondere il diritto all’istruzione secondo gli obiettivi del millennio;
  • Tutelare il diritto all’uguaglianza di genere;
  • Garantire il finanziamento di cure mediche o visite specialistiche per la prevenzione e la cura della malnutrizione;
  • Sostenere i bambini nel loro percorso scolastico;
  • Migliorare le condizioni di vita di donne socialmente emarginate o appartenenti alle classi più povere;
  • Promuovere un ruolo attivo della donna attraverso il lavoro come strumento di emancipazione;
  • Sostenere le giovani donne che hanno conseguito negli anni scorsi il diploma, nell’avviamento di piccole imprese lavorative che permettano loro di creare reddito per le proprie famiglie.
Beneficiari del progetto
  • 30 bambini delle baraccopoli di Parkkingal che vivono in situazioni di grave disagio sanitario e sociale;
  • 50 ragazze e donne di Nagercoil e villaggi limitrofi.

Sostieni questo progetto!








Quanto vuoi donare?

Vuoi che la tua donazione sia periodica?

In che modo preferisci pagare?

versamento RID:

Codice IBAN
Intestatario del Conto

versamento bancario:
Banca Prossima (Gruppo Intesa SanPaolo)

IBAN: IT69U0335901600100000100565

BCC - Credicoop Cernusco S/N
IBAN: IT65F0821433400000000050023

bollettino postale:
c/c Postale n° 29095205 intestato a Gruppo Aleimar onlus

 

Inviando questo modulo automaticamente do consenso al trattamento dei dati:
Informativa ai sensi del D. Lgs 196⁄2003

Tutte le donazioni sono deducibili dalla dichiarazione dei redditi (legge 80 del 14/5/05)