Progetto SAD R.D. Congo
Print Friendly, PDF & Email

Progetto SAD R.D. Congo

R.D. Congo/ Sostegno a Distanza

La Repubblica Democratica del Congo è ricchissima di materie prime, di foreste e risorse idriche, eppure la sua popolazione ha un reddito medio tra i più bassi del mondo. Una povertà che non è solo economica, ma anche sociale. Si vive ancora in estrema povertà e in molte zone del Congo la cultura ancestrale ed il fenomeno dei “bambini stregoni” sono ancora fortemente radicati. L’accusa di stregoneria porta i genitori a cacciare i propri figli con l’accusa di provocare disgrazie o malattie. Sono molti i bambini che subiscono violenze o perdono la vita proprio perché individuati come pericolosi, i pochi che sopravvivono vengono abbandonati, restano traumatizzati o segnati da fortissimi sensi di colpa. I gravi problemi di integrazione che si trovano ad affrontare li trascinano tra gli emarginati e li espongono a microcriminalità e prostituzione.

Il Sostegno a Distanza ci da la possibilità di offrire un aiuto concreto a questi bambini, garantire loro un’istruzione, un ambiente protetto in cui crescere e, ove possibile, il reinserimento graduale nella propria famiglia di origine.

Casa Laura

Il progetto, anche grazie al prezioso contributo della Chiesa di Milano, supporta 42 bambine del centro di accoglienza “Casa Laura” di Lubumbashi che, gestito dalle Figlie di Maria Ausiliatrice (Suore Salesiane), ospita e accudisce bambine e ragazze tacciate di stregoneria. Grazie al sostegno a distanza, Aleimar offre a queste bambine la possibilità di andare a scuola e di prendere parte ad alcune attività, quali musica, sport e lavori domestici. Inoltre, il centro di accoglienza è dotato di una biblioteca multimediale che si propone, con la collaborazione di un insegnante dedicato, di ampliare gli orizzonti e le conoscenze delle ragazze.

Il Sostegno a Distanza è rivolto anche alle bambine e alle ragazze che, dopo un periodo di permanenza nel centro, sono rientrate gradualmente nella propria famiglia di origine. Quest’ultime vengono infatti accompagnate con supporto materiale e morale per il temo necessario alla normalizzazione della loro situazione e, ove possibile, vengono seguite fino al raggiungimento dell’indipendenza economica.

Diversamente bravi

Grazie al Sostegno a Distanza, sosteniamo il centro per disabili Balou in una zona periferica di Lubumbaschi, uno dei pochissimi in Africa, creato ed inaugurato nel 1990 con lo scopo di accogliere, educare e formare professionalmente questa fascia non tutelata di popolazione. oggi ospita circa 120 persone disabili.

Il Centro, che ospita circa 120 persone disabili, non può usufruire dei sussidi dello stato essendo una struttura privata, perciò vive grazie alle donazioni ed è gestito da infermieri e insegnanti. Il lavoro di questi operatori consiste nello stimolare i ragazzi a lavorare su se stessi, aiutandoli ad affrontare l’emarginazione sociale vissuta per la propria disabilità e a costruire le basi comunicative e relazionali che sono necessarie per sentirsi parte di un gruppo. La maggior parte dei pazienti vive all’interno del Centro, tutti hanno la possibilità di usufruire dei servizi messi a disposizione, tra i quali un piccolo ospedale per far fronte alle emergenze sanitarie e la garanzia di un pasto quotidiano.

Sostieni un bambino di questo progetto!








Quanto vuoi donare?

Con quale periodicità?


*per periodicità mensile contattaci tramite il campo messaggi

In che modo preferisci pagare?

versamento RID:

Codice IBAN
Intestatario del Conto

versamento bancario:
Banca Prossima (Gruppo Intesa SanPaolo)
IBAN: IT69U0335901600100000100565

BCC Milano
IBAN: IT18N0845333402000000050023

bollettino postale:
c/c Postale n° 29095205 intestato a Gruppo Aleimar onlus

 

Tutte le donazioni sono deducibili dalla dichiarazione dei redditi (legge 80 del 14/5/05)

Confermo il mio libero, consapevole, informato e specifico consenso al trattamento, anche con strumenti informatici e/o telematici, dei dati personali ai fini del punto c) sopra elencato (tenervi informati sulle nostre attività e proporvi nuove iniziative)
sino

Ai fini del punto d) sopra elencato (elaborazione dei dati personali, anche in modo automatizzato, al fine dell’invio mirato di proposte di nuove iniziative)
sino