Progetto SAD India
Print Friendly, PDF & Email

Progetto SAD India

India/ Sostegno a Distanza

In India più del 30% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà e i bambini, spesso trascurati, sfruttati e costretti a lavorare per aiutare la propria famiglia, rappresentano la fascia più vulnerabile della società. Ancora oggi molti di loro non hanno alcun diritto civile poiché non essendo registrati all’anagrafe, per il governo non esistono. In particolare, in un paese in cui fin dall’antichità vige un sistema patriarcale e maschilista, le bambine sono costrette ad abbondonare la scuola e ad unirsi precocemente in matrimoni combinati, destinate così ad una vita di discriminazioni tra le mura domestiche.

Inoltre, la povertà, la cronica mancanza di servizi igienici, l’altissimo livello di contaminazione di fiumi da rifiuti organici umani e, non per ultimo, le carenti strutture sanitarie vanno a compromettere la condizione di salute, promuovendo la diffusione di malattie contagiose quali il colera, il tifo, la tubercolosi, la lebbra o l’HIV che causano morti soprattutto negli strati di popolazione più sensibile, come i bambini.

Il Sostegno a Distanza ci permette di aiutare famiglie che vivono in condizioni di estrema povertà garantendo loro cure mediche e cibo, inoltre sostiene i bambini dal punto di vista scolastico (divise, materiale, trasporto) assicurando un ambiente sereno in cui crescere sentendosi protetti.

Casa della gioia

Il Sostegno a Distanza rivolto a 18 bambini ci permette di supportare le attività del centro di accoglienza “Good Samaritan Mission” di Mumbai che ospita circa 120 bambini soli, orfani, o a grave rischio di abbandono. Il Fondatore Peter Paul Raj, con la collaborazione di altre figure educative, si occupa con dedizione dei bambini ospitati: tutti hanno la possibilità di frequentare la scuola e i ragazzi più grandi e meritevoli hanno la possibilità di frequentare l’università o corsi professionali. Il personale del centro si impegna, laddove possibile, a mantenere i contatti con le famiglie di origine in vista del loro rientro. Nel caso in cui il ritorno in famiglia non sia possibile, vengono studiati percorsi alternativi come l’assegnazione del bambino presso altri parenti o in famiglie affidatarie.

Oltre gli ostacoli

Il Sostegno a Distanza consente di apportare un aiuto concreto a 21 bambini di famiglie molto povere nei quartieri slum di Mumbai, ovvero in baraccopoli sovrappopolate, fatiscenti e prive di acqua potabile, di servizi igienici e fognature. Nelle famiglie ci sono spesso casi di bambini o adulti che soffrono di gravi malattie come la lebbra, tbc o che hanno gravi disabilità. In queste aree collaboriamo con l’associazione di volontariato Lok Seva Sangam che si occupa soprattutto della cura dei malati di lebbra e tubercolosi e del sostegno alle loro famiglie, garantendo assistenza sanitaria e la scolarizzazione ai bambini più piccoli.

Una mano per tutti

Attraverso il Sostegno a Distanza garantiamo a 8 bambini e ai loro fratelli  i diritti primari, tra cui cibo, scuola e salute. Grazie alla collaborazione con l’associazione MTSSO riusciamo a dare un aiuto concreto a queste famiglie poverissime: si tratta per lo più di donne rimaste sole e provenienti dalle zone rurali di Nagercoil.

Sostieni un bambino di questo progetto!








Quanto vuoi donare?

Con quale periodicità?


*per periodicità mensile contattaci tramite il campo messaggi

In che modo preferisci pagare?

versamento RID:

Codice IBAN
Intestatario del Conto

versamento bancario:
Banca Prossima (Gruppo Intesa SanPaolo)
IBAN: IT69U0335901600100000100565

BCC Milano
IBAN: IT18N0845333402000000050023

bollettino postale:
c/c Postale n° 29095205 intestato a Gruppo Aleimar onlus

 

Inviando questo modulo automaticamente do consenso al trattamento dei dati:
Informativa ai sensi del D. Lgs 196⁄2003

Tutte le donazioni sono deducibili dalla dichiarazione dei redditi (legge 80 del 14/5/05)