Progetto SAD Benin
Print Friendly, PDF & Email

Progetto SAD Benin

Benin - Sostegno a Distanza

Posto al 167° posto per Indice di Sviluppo Umano (CIA World Factbook, 2017), il Benin è uno dei paesi più poveri dell’Africa Occidentale e i bambini sono la fascia più vulnerabile; spesso trascurati, sfruttati e costretti a lavorare senza avere la possibilità di frequentare la scuola. Lo scarso valore attribuito all’istruzione è la conseguenza dell’arretratezza culturale della popolazione, che pesa fortemente sui più piccoli. I genitori sono spesso impegnati nelle proprie occupazioni quotidiane e i bambini non vengono adeguatamente accuditi, non frequentano la scuola e sono esposti ai pericoli della strada. Per disincentivare e arginare il problema degli abbandoni o comunque per garantire a tutti i bambini i diritti di base, si cerca di offrire aiuto e supporto alle famiglie e alle comunità, offrendo sostegno per le necessità quotidiane, assistenza sanitaria e accesso all’istruzione per i figli.

Spesso i nostri bambini sostenuti in Benin si trovano in centri di accoglienza poiché orfani dalla nascita o allontanati dalla propria famiglia di origine per povertà, superstizione, morte di uno dei genitori e rifiuto da parte del nuovo compagno. I centri, proprio grazie al Sostegno a Distanza, si occupano dei piccoli con dedizione e amore, garantendo a loro pasti sani e regolari, cure mediche, educazione e un ambiente famigliare sereno in cui crescere sentendosi amati. Laddove possibile si cerca di mantenere i rapporti con la famiglia di origine e avviare un graduale percorso di reinserimento famigliare del bambino. Nel caso in cui il rientro non sia possibile, si pensano alternative, come l’assegnazione del bimbo a famiglie affidatarie.

A scuola e in famiglia

Il progetto, attraverso il Sostegno a Distanza, supporta 21 bambini provenienti da famiglie molto povere di Cotonou, del villaggio Condji-Lokossa o che frequentano la scuola di Manonkpon. In questo ultimo caso, il sostegno è utilizzato per il supporto alle esigenze quotidiane e strutturali di tutta la scuola. Al termine del percorso scolastico del bambino aiutato, la scuola continuerà a beneficiare del sostegno grazie alle donazioni ricevute per un nuovo bimbo che frequenta la stessa scuola.

Inoltre, dal 2016, sempre al fine di migliorare le condizioni di vita dei bambini e delle loro comunità, offriamo alle donne dei villaggi la possibilità di avviare delle piccole attività generatrici di reddito attraverso lo strumento del microcredito.

“Città della Gioia e Tata Somba”

Grazie al Sostegno a Distanza aiutiamo 30 bambini accolti nei centri di accoglienza “Cité de la Joie” e “Tata-somba”: i centri sono gestiti dalle suore dell’Istituto St. Augustin che, insieme ad alcune volontarie, si occupano con dedizione dei piccoli assicurando loro nutrizione, cure mediche ed un ambiente familiare sereno in cui crescere sentendosi amati. I due centri si trovano nei villaggi rurali di Perma e Boukoumbè.

Coltiva Culture

Nel villaggio rurale di Kpossegan (comune di Dassa), grazie anche al prezioso aiuto di Fondazione Mediolanum e Otto per mille Tavola Valdese, abbiamo costruito una scuola elementare, ora riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione. Qui, il Sostegno a Distanza è rivolto a 22 allievi della scuola e il ricavato permette il pagamento degli insegnanti, le forniture scolastiche, il servizio mensa e l’assistenza dei “casi sociali”, ovvero il sostegno diretto di bambini di famiglie con gravi problemi di salute o significative incapacità fisiche o mentali. Al termine del percorso scolastico del bambino aiutato, la scuola continuerà a beneficiare del sostegno grazie alle donazioni ricevute per un nuovo bimbo che frequenta la stessa scuola.

Sempre in un’ottica di sostegno alla famiglia e alla comunità dei bambini, nel 2012 abbiamo avviato attività di microcredito.

Coltiviamo il futuro

A Toucountouna, un comune nel Nord del Benin, sosteniamo a distanza 21 bambini e ragazzi dai 6 ai 17 anni nel centro gestito dalle suore dell’Istituto religioso locale OCPSP (Oblate Catechiste Piccole Serve dei Poveri). Il Centro, oltre ad ospitare bambini e adolescenti che provengono da famiglie molte povere, spesso orfani di mamma o di entrambi i genitori, fornisce anche formazione e un supporto nell’inserimento lavorativo. Una volta terminato il percorso scolastico, i ragazzi, sempre grazie ai propri sostenitori, hanno la possibilità di frequentare corsi di formazione professionale e apprendistato presso artigiani locali che agevolino il loro ingresso nel mondo del lavoro, oppure iscriversi all’Università.

Inoltre, al fine di sostenere le famiglie e la comunità di Toucountouna, collaboriamo con le donne dei villaggi, promuovendo attività di microcredito e di trasformazione di prodotti locali che vengono poi venduti nel mercato locale o in quello più grande di Natitingou.

Pane Quotidiano

Il progetto “Pane quotidiano” supporta 20 bambini del centro di accoglienza “Francesco Massaro”, nel villaggio di Agnangnan. Esso è gestito dalle suore dell’Istituto e ospita circa 50 bambini orfani da zero a tre anni ed un Centro Nutrizionale volto alla prevenzione e cura di casi di malnutrizione. Particolare attenzione viene posta proprio sulla salute dei bambini ospitati nel Centro Nutrizionale: qui i piccoli ricevono latte in polvere, cibo, integratori alimentari e un infermiere qualificato si occupa dei casi più gravi.

Il Centro, in parte sostenuto dal prezioso supporto di Bazar International Luxembourg, organizza corsi di formazione e promuove le e igieniche e sanitarie alle famiglie.

Pulcini nel nido

Nella città di Natitingou, grazie al Sostegno a Distanza di 30 bambini, possiamo supportare le attività del centro di accoglienza “Santi Innocenti” che, gestito dalle suore OCPSP, ospita circa 60 bambini e neonati orfani o provenienti da famiglie estremamente povere della zona. I bambini accolti nel centro vengono nutriti, educati e assistiti nelle loro necessità primarie.

Tutti a scuola

A Natitingou forniamo supporto a circa 31 bambini orfani o provenienti da famiglie povere, disgregate o colpite da HIV, che frequentano la scuola materna “Piccoli angeli” e la scuola elementare “Pere Huchet”. Grazie al Sostegno a Distanza di questi bambini siamo in grado di gestire le scuole e a garantire così a tutti gli allievi non solo un’adeguata istruzione, ma anche un servizio mensa, la presa in carico sanitaria (vaccinazioni e visite periodiche di medici volontari), un servizio di trasporto per chi vive più lontano, attività ricreative extrascolastiche e di doposcuola zona.

 

Sostieni un bambino di questo progetto!








Quanto vuoi donare?

Con quale periodicità?


*per periodicità mensile contattaci tramite il campo messaggi

In che modo preferisci pagare?

versamento RID:

Codice IBAN
Intestatario del Conto

versamento bancario:
Banca Prossima (Gruppo Intesa SanPaolo)
IBAN: IT69U0335901600100000100565

BCC Milano
IBAN: IT18N0845333402000000050023

bollettino postale:
c/c Postale n° 29095205 intestato a Gruppo Aleimar onlus

 

Inviando questo modulo automaticamente do consenso al trattamento dei dati:
Informativa ai sensi del D. Lgs 196⁄2003

Tutte le donazioni sono deducibili dalla dichiarazione dei redditi (legge 80 del 14/5/05)