Fiori che rinascono
Print Friendly, PDF & Email

Fiori che rinascono

Etiopia - Protezione del bambino

La violenza sessuale contro bambini e bambine è un fenomeno grave ad Addis Abeba. L’estrema povertà costringe una larga parte della popolazione a vivere in condizioni insicure, promiscue, condividendo spazi estremamente piccoli e privi di ogni servizio di base. E’ comune che una famiglia composta da 5/6 persone viva in una baracca di pochi metri quadri costruita in plastica, legno e materiali di recupero, senza elettricità e servizi igienici, accanto ad altre famiglie nelle stesse condizioni. Quando un bambino o una bambina subiscono un abuso o una violenza sessuale, spesso i genitori non ricevono supporto dalle autorità e rimangono così da soli ad affrontare le conseguenze dell’abuso. Il Sole Onlus e Integrated Family Service Organization (IFSO) operano dal 2002 fornendo assistenza medica, psicologica e sociale ai minori abusati e alle loro famiglie, realizzando un programma che con l’aiuto di alcuni volontari delle case famiglia di Addis Abeba, affronta il trauma e, grazie a delle attività mirate appunto su questo, cerca di evitare che l’atto si ripeta. Oggi sono attive due case famiglia che ospitano in media 40 bambini e bambine dai 5 ai 14 anni all’anno. Il progetto Fiori che rinasconovuole migliorare le condizioni di accoglienza dei minori, garantendo un’alimentazione e condizioni igieniche adeguate e potenziando il supporto psicologico attraverso l’introduzione di terapie riabilitative: teatro, musica e laboratori di fotografia.  Fino ad oggi oltre 850 minori hanno ricevuto supporto psicologico e sociale, cure mediche, ricovero temporaneo e supporto finanziario.

A completamento del percorso di supporto psicologico viene utilizzata l’arte terapia. L’arte è uno spazio in cui bambini e bambine possono esprimere liberamente le proprie sensazioni, impressioni ed opinioni, partecipare attivamente e sentirsi coinvolti nella performance artistica. Grazie all’arte i bambini e le bambine vittime di abusi tornano ad esprimersi e a relazionarsi con gli altri.

Obiettivo del progetto
  • Favorire la riabilitazione e il reinserimento sociale dei minori vittime di abusi sessuali;
  • Fornire una migliore assistenza psicologica e sociale al minore e alla sua famiglia per evitare il ripetersi dell’abuso;
  • Sostenere le famiglie dei minori inseriti nel programma, erogando un piccolo contributo alle spese di 300Birr, pari a circa 11€, al mese a famiglia;
  • Potenziare il servizio di accoglienza delle case famiglia.
Beneficiari del progetto
  • 40 bambini e bambine, tra i 5 e i 14 anni, vittime di violenza sessuale;
  • Le famiglie dei minori che hanno subito l’abuso.
- Cosa puoi fare tu -
  • €50: puoi acquistare il materiale necessario per l’arte terapia;
  • €100: puoi garantire un pasto quotidiano ad un bambino per un anno;
  • €200: puoi garantire il supporto psicologico ad un bambino.

Sostieni questo progetto!








Quanto vuoi donare?

Vuoi che la tua donazione sia periodica?

In che modo preferisci pagare?

versamento RID:

Codice IBAN
Intestatario del Conto

versamento bancario:
Banca Prossima (Gruppo Intesa SanPaolo)

IBAN: IT69U0335901600100000100565

BCC Milano
IBAN: IT18N0845333402000000050023

bollettino postale:
c/c Postale n° 29095205 intestato a Gruppo Aleimar onlus

 

Tutte le donazioni sono deducibili dalla dichiarazione dei redditi (legge 80 del 14/5/05)

Confermo il mio libero, consapevole, informato e specifico consenso al trattamento, anche con strumenti informatici e/o telematici, dei dati personali ai fini del punto c) sopra elencato (tenervi informati sulle nostre attività e proporvi nuove iniziative)
sino

Ai fini del punto d) sopra elencato (elaborazione dei dati personali, anche in modo automatizzato, al fine dell’invio mirato di proposte di nuove iniziative)
sino