Print Friendly, PDF & Email

Fiori che rinascono

Etiopia - Protezione del bambino

La violenza sessuale contro bambini e bambine è un fenomeno grave ad Addis Abeba. L’estrema povertà costringe una larga parte della popolazione a vivere in condizioni insicure, promiscue, condividendo spazi estremamente piccoli e privi di ogni servizio di base. E’ comune che una famiglia composta da 5/6 persone viva in una baracca di pochi metri quadri costruita in plastica, legno e materiali di recupero, senza elettricità e servizi igienici, accanto ad altre famiglie nelle stesse condizioni. Quando un bambino o una bambina subiscono un abuso o una violenza sessuale, spesso i genitori non ricevono supporto dalle autorità e rimangono così da soli ad affrontare le conseguenze dell’abuso. Il Sole Onlus e Integrated Family Service Organization (IFSO) operano dal 2002 fornendo assistenza medica, psicologica e sociale ai minori abusati e alle loro famiglie, realizzando un programma che con l’aiuto di alcuni volontari delle case famiglia di Addis Abeba, affronta il trauma e, grazie a delle attività mirate appunto su questo, cerca di evitare che l’atto si ripeta. Oggi sono attive due case famiglia che ospitano in media 40 bambini e bambine dai 5 ai 14 anni all’anno. Il progetto Fiori che rinasconovuole migliorare le condizioni di accoglienza dei minori, garantendo un’alimentazione e condizioni igieniche adeguate e potenziando il supporto psicologico attraverso l’introduzione di terapie riabilitative: teatro, musica e laboratori di fotografia.  Fino ad oggi oltre 850 minori hanno ricevuto supporto psicologico e sociale, cure mediche, ricovero temporaneo e supporto finanziario.

A completamento del percorso di supporto psicologico viene utilizzata l’arte terapia. L’arte è uno spazio in cui bambini e bambine possono esprimere liberamente le proprie sensazioni, impressioni ed opinioni, partecipare attivamente e sentirsi coinvolti nella performance artistica. Grazie all’arte i bambini e le bambine vittime di abusi tornano ad esprimersi e a relazionarsi con gli altri.

Obiettivo del progetto
  • Favorire la riabilitazione e il reinserimento sociale dei minori vittime di abusi sessuali;
  • Fornire una migliore assistenza psicologica e sociale al minore e alla sua famiglia per evitare il ripetersi dell’abuso;
  • Sostenere le famiglie dei minori inseriti nel programma, erogando un piccolo contributo alle spese di 300Birr, pari a circa 11€, al mese a famiglia;
  • Potenziare il servizio di accoglienza delle case famiglia.
Beneficiari del progetto
  • 40 bambini e bambine, tra i 5 e i 14 anni, vittime di violenza sessuale;
  • Le famiglie dei minori che hanno subito l’abuso.
Cosa puoi fare tu
  • €50: puoi acquistare il materiale necessario per l’arte terapia;
  • €100: puoi garantire un pasto quotidiano ad un bambino per un anno;
  • €200: puoi garantire il supporto psicologico ad un bambino.

    Sostieni questo progetto!








    Quanto vuoi donare?

    Vuoi che la tua donazione sia periodica?

    In che modo preferisci pagare?

    versamento RID:

    Codice IBAN

    Intestatario del Conto

    versamento bancario:
    Banca Prossima (Gruppo Intesa SanPaolo)

    IBAN: IT25 Q030 6909 6061 0000 0100 565

    BCC Milano

    IBAN: IT18N0845333402000000050023

    bollettino postale:
    c/c Postale n° 29095205 intestato a Aleimar - Organizzazione di Volontariato

     

    Tutte le donazioni sono deducibili dalla dichiarazione dei redditi (legge 80 del 14/5/05)

    Confermo il mio libero, consapevole, informato e specifico consenso al trattamento, anche con strumenti informatici e/o telematici, dei dati personali ai fini del punto c) dell'Informativa Privacy di Aleimar (informarvi sulle nostre attività e proporvi nuove iniziative).
    sino

    Ai fini del punto d) dell'Informativa Privacy di Aleimar (elaborazione dei dati personali, anche in modo automatizzato, al fine di inviare proposte di nuove iniziative mirato agli interessi dei diversi interlocutori).
    sino

    Vi invitiamo a leggere la nostra Informativa Privacy qui.