Tantissimi “Pasti caldi” con i forni mogogò appena costruiti

I forni mogogò sono i tradizionali forni che si trovano in ogni umile casa anche dei villaggi più sperduti dell’Eritrea. Servono per cucinare qualsiasi cosa, ma soprattutto l’injera, il pane fermentato dalla consistenza spugnosa e dal sapore un po’ acidulo, che è alla base dell’alimentazione eritrea. Costruirli con una tecnica ecologica è da sempre stato l’obiettivo nostro e del nostro partner eritreo. Ciò garantisce un maggior rendimento energetico, che comporta minor consumo di legna, minore deforestazione ed erosione del suolo ed anche un maggior controllo del prezzo della legna. Inoltre la canalizzazione del fumo previene molte malattie respiratorie e agli occhi e la più facile accensione evita l’utilizzo di kerosene, costoso e pericoloso.

I forni vengono costruiti generalmente in 3 giorni con la collaborazione degli abitanti del villaggio, in particolare le donne, che riescono così ad acquisire la tecnica e riutilizzarla in autonomia. Nel 2017 siamo riusciti a sostenere la costruzione di 17 forni, avendo raccolto circa 3100 euro. Le famiglie “prescelte”, individuate dal nostro partner locale in collaborazione con i comitati di villaggio, sono sempre molto riconoscenti e per questo, in occasione dell’inaugurazione del forno, invitano tutti a condividere con loro la prima injera cotta nel nuovo forno. Seppur senza il profumo dell’injera, cogliamo anche noi l’occasione per ringraziarvi dell’importante contributo: anche con poco si riesce veramente a cambiare la qualità della vita di molte persone!

Francesca Moratti